giovedì 2 febbraio 2012

Turismo, la Bit e la tentazione "social"

Tutto pronto per la Bit 2012. Dal 16 al 19 febbraio il mondo del turismo si dà appuntamento a Milano dove si svolgerà la 32esima edizione della fiera dedicata ai viaggi e all'economia che ruota intorno. 
Oltre 2mila espositori, sei padiglioni per una superficie di 100 mila metri quadrati, 4mila giornalisti accreditati provenienti da 18 Paesi: i numeri di questa edizione sottotitolata New Bit, New Business restano quelli di una manifestazione di alto profilo, nonostante la non felice congiuntura economica, un appuntamento che da quest'anno allarga gli orizzonti all'universo dei social network come opportunità di crescita e sviluppo.
Al centro della manifestazionetra le prime quattro al mondo, tornano ad esserci gli operatori del turismo e gli agenti di viaggio a cui è dedicata l'area riservata Tourism Collection, uno spazio dove pianificare incontri e valutare le proposte. Sopravvivono le aree Italy e The World dedicate a destinazioni nazionali e internazionali mentre sarà inaugurata la Bit Technology, un'area dedicata alle tecnologie pensate per il turismo
Per rimanere al passo con i tempi, quest'anno gli organizzatori della Bit hanno dato vita a una Bit Community, una vera e propria comunità professionale virtuale all’interno del sito Bit. Secondo una ricerca della Cornell University condotta su un campione di circa 500 marketing manager del turismo negli Stati Uniti, l’80% delle aziende del settore ha già implementato almeno una campagna su un social media e attività di ottimizzazione per motori di ricerca, e pubblicità pay-per-click. Nell’ordine, i media considerati più significativi sono Facebook, Twitter, YouTube e Linkedin. A seguire Gowalla, Flickr, MySpace e FourSquare.

Per quanto riguarda gli espositori, anche quest'anno la Regione Sicilia non parteciperà alla Bit, ci saranno invece le nove province isolane.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...