mercoledì 19 giugno 2013

In Sicilia per ammirare il Rito della Luce

La Piramide di Mauro Staccioli
La Piramide 38° Parallelo di Mauro Staccioli torna ad aprire il suo portone. È un'occasione che capita una volta l'anno, in occasione del solstizio d'estate, il giorno più lungo dell'anno, e vale la pena di approfittarne. Non solo  perché addentrarsi in questa imponente scultura bronzea, vedere la luce filtrare all'interno, sentire il suo "battito" prodotto dagli assestamenti dell'acciaio, regalano una sensazione di compenetrazione con l'energia della materia. Ne vale la pena perché attorno a questo giorno speciale Antonio Presti, mecenate e ideatore del Parco scultoreo Fiumara d'Arte di cui la Piramide costituisce un elemento essenziale pur essendo l'ultima arrivata in ordine di tempo, ha creato un evento unico che riporta a galla antiche tradizioni e suggestioni cosmologiche. 

È il Rito della Luce, un appuntamento che si  ripete per il quarto anno consecutivo ai piedi della Piramide che si erge sulle alture di Motta d'Affermo, affacciata sul blu del mar Tirreno. Siamo in Sicilia, sulla costa settentrionale, a metà strada tra Palermo e Catania. Un luogo magico trasformato in una culla dell'arte grazie al più grande museo all'aperto d'Europa. 
Per celebrare il passaggio dalla primavera all'estate da venerdì 21 a domenica 23 giugno oltre cento artisti daranno vita a performance, danze, reading di poesie, mostre e  meditazione. Sarà anche realizzato un mandala studiato appositamente per il Rito della luce. Tre giorni intensi che contemplerà sabato alle 16 con l'inaugurazione della Stanza del Rito della Luce all'Art Hotel Atelier sul Mare di Castel di Tusa,  un omaggio di Antonio Presti e dei poeti contemporanei alla Piramide col suo grande letto-scultura con la testata di forma triangolare, e raggiungeranno il clou domenica 23 con un evento che si protrarrà dall'alba al tramonto seguito da una folla di partecipanti vestiti di bianco.

Il programma

Venerdì 21 giugno 

Ore 10 al tramonto: apertura della Piramide 38° Parallelo di Mauro Staccioli in Contrada Belvedere a Motta d’Affermo (Me).

Ore 16: museo-albergo Atelier sul mare (via Cesare Battisti, Castel di Tusa), inaugurazione della Mostra fotografica di Pina Inferrera e dell’istallazione di Luisa Mazza.


Sabato 22 giugno

Ore 11-14: apertura della Piramide 38° Parallelo di Mauro Staccioli in Contrada Belvedere a Motta d’Affermo (Me).

Ore 16: inaugurazione al museo- albergo Atelier sul Mare della Stanza del Rito della Luce , installazione poeti vari.

La stanza del Rito della Luce è un omaggio di Antonio Presti e dei poeti contemporanei alla Piramide 38° Parallelo di Mauro Staccioli. All’interno di questo spazio artistico, la simbologia del passato, rappresentata dal grande letto-scultura con la testata di forma triangolare, mette in relazione con l’immanenza e proietta coloro che la abitano in una dimensione trascendentale ed emozionale di futuro. La Piramide non è solo un collegamento concettuale, ma si materializza in una sagoma bidimensionale sulla parete creata con la sua stessa materia ferrosa. La scelta dei materiali – legno, ferro e oro – dona allo spazio una carica primigenia che si completa con la scrittura della parola poetica sulle pareti. L’ospite, immerso in questa scatola energetica, diventa egli stesso trasduttore di poesia e di bellezza. Le due figure geometriche triangolari in ferro installate nella parete disimpegnata rispetto al grande letto-trono, diventano due segni simili e opposti, ricchi di significato. L’evidente fessura simboleggia il passaggio della luce, il principio della conoscenza che accompagna l’uomo dalla sua più antica storia fino ai nostri giorni. Nel corridoio che porta alla stanza, i poeti che ogni anno parteciperanno al Rito, lasceranno il segno del loro passaggio scrivendo versi e creando così un percorso di bellezza poetica nel quale viene restituito alla parola il senso della condivisione.

Ore 20: Reading di poesia a Castel di Tusa (davanti all’Atelier sul Mare in via Cesare Battisti); parteciperanno i bambini e i ragazzi delle scuole della Valle dell’Halaesa, poeti contemporanei e i gruppi musicali che si presentano nell’ambito dei festival Rassegna di musica diversa-Omaggio a Demetrio Stratos, Dedalo Festival e Marranzano World Festival.


Domenica 23 giugno

Motta d’Affermo: dalle 5 alle 7 del mattino e dalle 16 al tramonto alla Piramide 38° Parallelo, opera di Mauro Staccioli

Il sorgere del sole e il suo tramonto verranno accompagnati da letture di poesia, danza, musica e perfomance. Parteciperanno i bambini e i ragazzi delle scuole della Valle dell’ Halaesa, poeti contemporanei e gruppi musicali. Mantra e meditazione del Kundalini yoga e realizzazione del Mandala.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...