venerdì 4 settembre 2009

Perché, in aereo, viaggiare light è meglio

Il caos bagagli è diventato una regola, soprattutto d'estate. Valigie che si perdono in giro per il mondo, ritardi che si accumulano e di conseguenza stress. Tutto quello di cui non si ha bisogno quando si viaggia.
Dopo aver accumulato una buona dose di ansia da lost and found (i miei bagagli si volatilizzano misteriosamente, riapparendo soltanto un mese più tardi, quando sono già abbondantemente rientrata) da qualche anno ho deciso di cambiare strategia: viaggiare light e condensare il più possibile indumenti e accessori in un unico ristretto bagaglio a mano fa risparmiare tempo, fatica e - considerando anche le nuove regole imposte dalle compagnie aeree - spesso pure denaro.  Una soluzione che comporta  qualche rinuncia, certo, ma che alla fine si rivela una carta vincente, soprattutto in caso di voli che contemplano più di uno scalo...
Tutto ciò che serve è una buona organizzazione. A cominciare dal bagaglio. Meglio scartare i seppur comodissimi trolley: pesano non meno di tre chili (anche i modelli più leggeri) che potrebbero rivelarsi "fatali" al check in. Meglio optare per un borsone che sarà sì più scomodo da scarrozzare da un aeroporto all'altro ma consente un risparmio di oltre due chilogrammi che possono facilmente essere capitalizzati sotto forma di magliette e pantaloni!
Studiare bene la destinazione (condizioni meteo in primis e tipo di abbigliamento richiesto poi)  è essenziale per confezionare il contenuto. Altamente consigliati i tessuti tecnici. Pesano poco e non si stropicciano. E' una buona idea stilare una lista di capi che possano essere facilmente incrociati in modo da creare nuovi abbinamenti. Se bisogna portare con sé indumenti più pesanti è meglio (se possibile) indossarli il giorno della partenza: un po' di fatica ai controlli di imbarco sarà ampiamente ricompensata...
Ricordatevi che per il bagaglio a mano ci sono dei limiti al trasporto di liquidi (consultate il sito dell'Enac in caso di dubbi), per cui ogni passeggero può portare a bordo massimo dieci contenitori della capacità massima di 100 ml ciascuno da collocare dentro una busta di plastica richiudibile la cui capacità non deve superare il litro. In vista di un prossimo viaggio è quindi consigliabile dotarvi di prodotti travel size e  conservare i campioncini di creme, fondotinta e shampoo presi in profumeria. Possono anche essere riutilizzati e riempiti col vostro prodotto preferito.   
Per non dimenticare proprio nulla io sono solita consultare il sito In valigia, un prontuario ideale per tutte le destinazioni. Eliminate il superfluo e vi accorgerete che viaggiare light non è un'impresa impossibile!  
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...