mercoledì 30 marzo 2011

Praga: 10 cose da fare in un weekend

La città vecchia vista dall'alto
Per gli appassionati di atmosfere medievali Praga è di certo l'ideale per un break da ritagliare nel corso dell'anno. Le sue dimensioni contenute permettono di programmare in maniera eccellente le visite nell'arco di un weekend, anche perché le maggiori attrazioni sono concentrate in un perimetro abbastanza ristretto. Ecco una lista di dieci cose da fare a Praga.



Una sala del Castello
1. Il castello. E' uno dei simboli della città e col suo imponente profilo rafforza l'impressione gotica del panorama di Praga. Il complesso che ospita il Castello (e la residenza del presidente della repubblica ceco) - il più grande del mondo, capace di contenere sette campi da calcio - include la Cattedrale di San Vito con le sue magnifichei vetrate istoriate (di cui una realizzata da Alfons Mucha), il Vicolo d'oro, un susseguirsi di piccole casupole colorate e trasformate in negozi di souvenir (nell'estate del 2010 chiuso per lavori) e il Giardino reale. Il biglietto intero si aggira sulle 250 corone, sono disponibili riduzioni. 
2. Mala Strana. Se subite il fascino del Medioevo rimarrete incantati dall'atmosfera che impregna l'aria di Mala Strana, il suggestivo quartiere che si apre alle pendici del castello fino ad arrivare allo splendido Ponte Carlo V. Camminando lungo i viottoli rischiarati all'imbrunire dalla luce giallognola dei lampioni vi sembrerà di tornare indietro di secoli.
L'interno di U Sedmi Svabu
A potenziare l'effetto naturale sono anche alcuni locali caratteristici che permettono di viaggiare nel tempo. Uno di questi è U Sedmi Svabu. Qui tutto è d'impronta medioevale: dall'arredamento all'abbigliamento dei camerieri, dalla musica al cibo fino agli spettacoli proposti ai commensali.  
3. Praga e la musica classica. Che si tratti di festival all'aria aperta o di spettacoli al chiuso, nella città che ha visto crescere il genio artistico di Antonin Dvorak un concerto di musica classica è un'esperienza imperdibile. Tra i più belli a Praga vi sono quelli che si tengono alla Casa Civica, nella splendida e riccamente decorata Sala Smetana, che può ospitare fino a 1200 spettatori. Un must? Assistere dal vivo all'esibizione dell'Orchestra sinfonica di Praga che ogni anno apre il festival noto come la Primavera di Praga.
L'orologio astronomico
4. L'orologio in piazza. Tic, tac. Tic, tac. Forse da nessun'altra parte al mondo potrete trovare tanta gente intenta ad osservare il trascorrere dei secondi scandito dall'orologio astronomico situato davanti al Municipio della Città vecchia. Qui allo scoccare dell'ora, ogni giorno dalle 9 alle 21, l'orologio dà spettacolo con un roteare di figure, simboli e quadranti.
5. Cubismo, art nouveau e non solo. Praga è una città artistica e dà il meglio si sé mettendo in mostra le sue bellezze. Vicino a piazza Venceslao ad esempio si trova l'unico lampione cubista al mondo. Splendido esempio di art nouveau è invece la casa civica che ha tra i suoi ideatori il già citato Alfons Mucha. Più recente è invece la Casa Danzante realizzata nel 1996 sul progetto di Frank Gehry e Vlado Milunic: i praghesi la chiamano anche Palazzo Ginger e Fred in ricordo dei celebri ballerini Ginger Rogers e Fred Astaire.

La scultura Piss
davanti al Kafka Museum

6. Le sculture di David Cerny. Le provocatorie realizzazioni dell'artista contemporaneo David Cerny meritano un capitolo a parte. C'è ad esempio la scultura intitolata Proudy ma meglio nota come Piss, che ritrae due figure maschili intente ad urinare in un laghetto la cui forma ricalca i confini della Repubblica Ceca. Col getto d'acqua scrivono citazioni tratte dalle opere della letteratura ceca, alcune delle quali sono suggerite dai passanti attraverso un sms inviato al +420 724370770.
7. Birra no limits. Pilsner Urquell e Budweiser? Questo è il problema. Praga non è città per astemi: è infatti la capitale mondiale del consumo di birra. E non a caso la birra costa meno dell'acqua.

Il "soggiorno" del Sax Hotel - Praga
8. Lusso o ricercatezza. A Praga ci sono diversi hotel di lusso e ricercati. Se però cercate qualcosa di veramente particolare potete prenotare una stanza in un hotel di design, come per esempio il Sax Hotel, nel cuore di Mala Strana. La posizione è strategica, il look vintage anni '70 è curato nei minimi particolari e il servizio è ineccepibile. 

9. Sulle orme di Kafka. Lo spirito del celebre scrittore sembra ancora aggirarsi per le strade di Praga. Per gli appassionati è divertente seguirne le orme tracciando un percorso in mezzo al quartiere di Stare Mesto che include la casa dove nacque nel 1883, le varie dimore che cambiò nel corso della sua vita e il suo primo ufficio, dove lavorò per 14 anni. Il museo dedicato a Kafka si trova vicino al Ponte Carlo.

Libreria vicino al quartiere ebraico

10. No shopping please. Praga è il regno del kitsch, almeno nei luoghi più prettamente turistici. Le strade del centro storico sono monopolizzate da negozietti polverosi che vendono cristalli di Boemia (che altro, sennò?) e improbabili matrioske che con la Repubblica Ceca non c'entrano molto.Ma c'è una chicca da non perdere: i giocattoli di legno che potete trovare sugli scaffali di Manufaktura, un franchising che ha diversi punti vendita in città e anche all'aeroporto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...